Covid-19 FAQ

Ordinanze d'urgenza del Consiglio federale

Per quanto tempo restano in vigore le ordinanze d'urgenza del Consiglio federale?

Le ordinanze basate direttamente sulla Costituzione federale sono valide per un massimo di sei mesi dall'adozione delle relative disposizioni.

Se, per quanto attiene al contenuto, devono rimanere in vigore più a lungo, il Consiglio federale deve presentare all'Assemblea federale un progetto di legge al più tardi entro questa data, ossia sei mesi dopo l'adozione della relativa ordinanza. L'Assemblea federale avrebbe tuttavia potuto abrogare o modificare le ordinanze d'urgenza prima di questa data sulla base della Costituzione federale.

Il 29 aprile 2020 il Consiglio federale ha deciso di chiedere al Parlamento di trasformare le ordinanze d'urgenza in una legge federale urgente. Il 19 giugno il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione sulla legge federale sulle basi legali delle ordinanze del Consiglio federale volte a far fronte all'epidemia di Covid-19, chiedendo così il parere dei Cantoni, dei partiti politici e di altre parti interessate sulla legge di conversione COVID-19. La procedura di consultazione è durata fino al 10 luglio 2020, era aperta al pubblico e qualsiasi persona interessata poteva partecipare.

Il 12 agosto 2020 il Consiglio federale ha preso atto dell'esito della procedura di consultazione, ha adottato il messaggio relativo al progetto di legge e lo ha presentato al Parlamento. Il Parlamento si è occupato del progetto nella sessione autunnale in corso dal 7 al 25 settembre 2020. Il Parlamento ha approvato la richiesta di dichiarazione d'urgenza e la legge è entrata in vigore immediatamente dopo la risoluzione parlamentare del 26 settembre 2020. È soggetta a referendum facoltativo, anche se successivo.

(Stato: 26.09.2020)

Cosa significa "situazione straordinaria"?

Il 16 marzo 2020 il Consiglio federale ha ordinato la situazione straordinaria ai sensi della legge sulle epidemie. Ciò ha permesso al Consiglio federale di esercitare i poteri d'urgenza: ha potuto emanare ordinanze e decisioni in modo rapido e senza l'intervento del Parlamento, in particolare per prevenire o porre rimedio a gravi perturbamenti dell'ordine pubblico.

Le ordinanze d'urgenza non hanno abrogato in generale le norme esistenti. Il Consiglio federale ha tuttavia potuto modificare, abrogare o completare a breve termine le disposizioni delle ordinanze e delle leggi.

Cosa significa “situazione particolare”?

Il 19 giugno 2020 il Consiglio federale ha posto fine alla situazione straordinaria e ha ordinato la situazione particolare ai sensi della legge sulle epidemie. Nella situazione particolare secondo la legge sulle epidemie, il Consiglio federale non può più adottare tutte le misure necessarie per combattere la pandemia, ma solo quelle previste dalla legge. Deve inoltre consultare i Cantoni prima di adottare le misure.

Il Consiglio federale, dopo consultazione dei Cantoni, può ordinare le seguenti misure secondo la legge sulle epidemie :

  • provvedimenti nei confronti di singole persone;
  • provvedimenti nei confronti della popolazione;
  • obbligare i medici e il personale sanitario a collaborare nella lotta contro le malattie trasmissibili;
  • dichiarare obbligatorie le vaccinazioni per i gruppi di popolazione a rischio, per le persone particolarmente esposte e per quelle che esercitano determinate attività.

La legge COVID-19 conferisce alla Confederazione la facoltà di adottare misure supplementari nei seguenti ambiti:

  • diritti politici;
  • assistenza sanitaria;
  • protezione dei lavoratori;
  • stranieri e asilo;
  • chiusura delle frontiere;
  • giudiziario e processuale;
  • assemblee di società;
  • insolvenza;
  • sicurezza dell‘approvvigionamento;
  • cultura;
  • casi di rigore concernenti le imprese;
  • sport;
  • media;
  • indennizzo della perdita di guadagno;
  • previdenza professionale;
  • assicurazione contro la disoccupazione.

La Confederazione coinvolge i Cantoni e le associazioni di categoria delle parti sociali nell'elaborazione dei provvedimenti. Consulta previamente le commissioni parlamentari competenti riguardo alle previste modifiche dell'ordinanza e informa il Parlamento sull'attuazione della legge.

Le disposizioni della legge COVID-19 sono valide fino al 31 dicembre 2022, ad eccezione della regolamentazione inerente le indennità per perdita di guadagno, che è valida fino al 30 giugno 2021.

Il Cantone può emanare regole diverse?

Sì, a determinate condizioni, il Cantone può, nella situazione particolare, adottare regole in determinati settori che differiscono da quelle della Confederazione.

Nella situazione particolare i Cantoni hanno di nuovo la responsabilità principale. La Confederazione può adottare misure solo dopo aver consultato i Cantoni e le misure possono essere solo quelle previste dalla Legge sulle epidemie o dalla Legge COVID-19. In particolare l’”Ordinanza COVID-10 situazione particolare“ lascia ai Cantoni la facoltà di disciplinare alcuni settori in modo meno stretto o più rigoroso.

Sono possibili agevolazioni per quanto riguarda i concetti di protezione. Prima di adottare misure drastiche come il divieto di manifestazioni e attività o la chiusura di scuole, di altre istituzioni pubbliche o di aziende private, i Cantoni consultano l’UFSP.

(Stato: 29.10.2020)


Il documento è stato utile?