Acquisto di veicoli d’occasione

Via legale

Ida e Ben non riescono a mettersi d’accordo riguardo l’acquisto di un veicolo d’occasione e quindi si rivolgono alle autorità. Quali sono i loro diritti e obblighi?


Termini & formalità

Procedura d’esecuzione
Ida può presentare una domanda d’esecuzione nei confronti di Ben se crede che egli non abbia pagato il prezzo d’acquisto o lo abbia pagato solo in parte. L’Ufficio d’esecuzione stende un precetto esecutivo. Ben può provvedere al pagamento della fattura entro 20 giorni. Se invece non è d’accordo con quanto contenuto nella fattura, può fare opposizione verbalmente o per iscritto entro 10 giorni. In questo caso, Ida può fare ricorso o chiedere il rigetto da parte del tribunale. Se Ben non intraprende nulla, Ida ha a disposizione il periodo che va dai 20 giorni a un anno dal rilascio del precetto esecutivo per incaricare l’Ufficio d’esecuzione per continuare la procedura d’esecuzione.

Ben ha gli stessi diritti, se Ida gli deve ancora denaro in seguito alla vendita del veicolo.

Ben dev'essere escusso al suo domicilio. Ciò è il caso pure se Ida ha venduto il veicolo in quanto persona privata. Se invece l’aveva venduto in ambito della sua attività commerciale, Ida deve procedere all’esecuzione nella sede della sua azienda.

Procedura civile

Sia Ida che Ben possono rivolgersi a un tribunale civile per risolvere la controversia. Per fare ciò, Ida o Ben deve inoltrare una richiesta di conciliazione, verbale o scritta, presso l’autorità di conciliazione responsabile. Generalmente, la negoziazione ha luogo entro due mesi dalla ricezione della richiesta. Se non si trova un accordo, l’autorità di conciliazione può

  • giudicare essa stessa le controversie patrimoniali con un valore litigioso fino a 2000 franchi, su richiesta della parte che si ritiene lesa.
  • sottoporre alle parti una proposta di giudizio nelle controversie patrimoniali fino a un valore litigioso di 5000 franchi. Senza un rifiuto di una delle parti entro 20 giorni a partire dalla comunicazione scritta, la proposta è definitiva.
  • rilasciare l’autorizzazione ad agire che permette di inoltrare la causa entro tre mesi

Con l’autorizzazione ad agire è possibile inoltrare la causa firmata, in forma cartacea, elettronica o di persona presso il tribunale civile responsabile. Fino a un valore litigioso di 30'000 CHF, viene applicata la procedura semplificata.

Se Ben o Ida non è d’accordo con la decisione del tribunale civile, può proporre appello o reclamo entro 30 giorni dalla trasmissione della decisione motivata.


Il documento è stato utile?