Covid-19 FAQ

Diritto federale sulle ordinanze di necessità

Quali regole si applicavano nel diritto del lavoro durante la situazione straordinaria legata al Coronavirus ?

Il 16 marzo 2020 il Consiglio federale aveva ordinato la situazione straordinaria ai sensi della legge sulle epidemie. Ciò consentiva al Consiglio federale di esercitare competenze di urgenza, vale a dire, poteva emanare ordinanze e decisioni in modo rapido e senza consultare il Parlamento, in particolare per prevenire o porre rimedio a gravi perturbazioni dell'ordine pubblico.

Il diritto di necessità non annullava in maniera generale le norme di diritto del lavoro applicabili. Tuttavia il Consiglio federale poteva modificare, abrogare o completare per un tempo limitato le disposizioni delle ordinanze e delle leggi. E così ha fatto, per quanto riguarda il diritto del lavoro, tramite le seguenti ordinanze:

Il 19 giugno 2020 il Consiglio federale ha posto fine alla situazione straordinaria e ha ordinato l’entrata in vigore della situazione particolare ai sensi della legge sulle epidemie.

(Data: 08.07.2020)

Quali regole si applicano nel diritto del lavoro durante la situazione particolare?

Nella situazione particolare ai sensi della legge sulle epidemie, il Consiglio federale non può più adottare tutte le misure necessarie per combattere la pandemia, ma solo quelle elencate nella legge sulle epidemie.

Ed è quello che il Consiglio federale ha fatto con l'ordinanza sui provvedimenti per combattere l'epidemia di COVID-19 nella situazione particolare (Ordinanza COVID-19 situazione particolare). Il Consiglio federale ha trasferito le disposizioni direttamente basate sulla Costituzione federale nell'ordinanza 3 sui provvedimenti per combattere il coronavirus (Ordinanza 3 COVID-19).

L'ordinanza COVID-19 sull'assicurazione contro la disoccupazione e l'ordinanza COVID-19 sulla perdita di guadagno sono ancora in vigore.

(Date: 08.07.2020)

Per quanto tempo restano in vigore le ordinanze di necessità del Consiglio federale?

Le ordinanze basate direttamente sulla Costituzione federale sono valide per un massimo di sei mesi dall'adozione delle relative disposizioni.

Se dal profilo del contenuto tali ordinanze devono rimanere in vigore più a lungo, il Consiglio federale deve presentare all'Assemblea federale un progetto di legge entro questo termine, ossia entro sei mesi dall'adozione della rispettiva ordinanza. L‘Assemblea federale può tuttavia già prima abrogare o modificare le ordinanze d'urgenza sulla base della Costituzione federale.

Il 29 aprile 2020 il Consiglio federale ha deciso di chiedere al Parlamento di trasformare le ordinanze d'urgenza in una legge federale urgente. Il 19 giugno il Consiglio federale ha aperto una procedura di consultazione e ottenere così il parere dei Cantoni, dei partiti politici e degli ambienti interessati sulla legge di recepimento COVID-19. La procedura di consultazione è durata fino al 10 luglio ed era pubblica, vale a dire qualsiasi persona interessata vi poteva partecipare.

Il 12 agosto 2020 il Consiglio federale ha preso atto dell'esito della procedura di consultazione, ha redatto il messaggio relativo al disegno di legge e lo ha presentato al Parlamento. Il Parlamento se ne occuperà nella sessione autunnale in corso dal 7 al 25 settembre 2020. Il Consiglio federale ha chiesto al Parlamento di dichiarare come urgente la legge federale. Se il Parlamento dovesse attuare questa richiesta, la legge federale entrerebbe in vigore immediatamente dopo la decisione parlamentare. La legge rimarrebbe comunque soggetta ad un referendum facoltativo, anche se successivo.

Cantoni o altre autorità possono emanare regolamentazioni diverse ?

Se le ordinanze regolano qualcosa espressamente, no.

Ad esempio, durante la situazione straordinaria un Cantone non poteva decidere di chiudere negozi di generi alimentari. Inoltre, se l'ordinanza deliberatamente non regolamentava qualcosa, ad esempio non prevedeva il divieto di uscire, nessun Cantone poteva imporre un tale divieto per tutti o per determinati gruppi di persone. Se in caso contrario però l'ordinanza non conteneva alcuna disposizione su una determinata questione, i Cantoni, i Comuni o le istituzioni interessate mantenevano la loro competenza a regolamentare.

Durante la situazione particolare, sono i Cantoni ad avere nuovamente la competenza a regolamentare.

(Data: 08.07.2020)

A chi mi posso rivolgere se ho domande sulle ordinanze di necessità?

Durante la situazione straordinaria l’esecuzione dei provvedimenti federali è restata di competenza dei Cantoni. Per eventuali domande o reclami ci si poteva quindi rivolgere all’abituale autorità cantonale competente.

Durante la situazione particolare, non solo l'esecuzione, ma anche la responsabilità principale spetta ancora una volta ai Cantoni. In particolare, l'applicazione delle disposizioni di diritto del lavoro è di competenza delle autorità cantonali di esecuzione ordinarie, come previsto dal diritto del lavoro.

(Date: 08.07.2020)

Chi controlla il rispetto delle norme di salute e sicurezza durante la situazione particolare?

Ai sensi della legge sul lavoro, sono le regolari autorità cantonali di esecuzione a controllare il rispetto delle norme. Le autorità esecutive possono effettuare in ogni momento e senza preavviso ispezioni nelle strutture e nei luoghi di lavoro. La datrice di lavoro deve garantire l'accesso alle autorità. Durante le ispezioni in loco le disposizioni delle autorità esecutive devono essere attuate senza indugio.


(Data: 08.07.2020)
Il documento è stato utile?