Disdetta

Dopo la disdetta

Ben non lavora più per la sua datrice di lavoro. Ma a cosa devono Ben e la sua datrice di lavoro prestare attenzione?


Termini & formalità

Scadenza delle pretese

Con la fine del rapporto di lavoro, tutti i crediti che ne derivano diventano esigibili. Per i crediti di provvigione la datrice di lavoro può differire di 6 mesi l’esigibilità per iscritto. Se il rapporto di lavoro termina prima dell’occasione che dà luogo ad un’eventuale gratificazione – per esempio Natale – Ben con la fine del rapporto di lavoro ha diritto a una parte proporzionale della stessa, se ciò è stato convenuto. Ben ha inoltre fra l’altro diritto ad una parte proporzionale della 13esima mensilità.

Assicurazioni sociali dopo la cessazione del rapporto di lavoro
Assicurazione contro la disoccupazione:

Al termine del rapporto di lavoro la datrice di lavoro deve rilasciare a Ben l‘attestato di lavoro; se diventa soltanto più tardi disoccupato, la datrice di lavoro deve rilasciarglielo entro una settimana dalla richiesta. Ben deve presentare l’attestato di lavoro degli ultimi due anni per far valere il suo diritto.

Ben ha diritto all’indennità di disoccupazione, qualora adempia i presupposti, dopo un periodo di attesa di 5-20 giorni, a dipendenza della sua età, di eventuali obblighi di mantenimento e del suo stipendio.

Assicurazione collettiva:

Ben deve far valere il suo diritto di passaggio all’assicurazione individuale secondo la LAMal entro tre mesi dal ricevimento della comunicazione scritta.

Assicurazione contro gli Infortuni non professionali:

L’assicurazione termina di regola allo spirare del 31° giorno dopo l a fine del rapporto di lavoro. Ben ha la possibilità di protrarre l’assicurazione fino a massimo 6 mesi.

Cassa pensione:

Per i rischi morte e invalidità Ben resta assicurato presso il suo istituto di previdenza durante un mese dopo lo scioglimento del rapporto di previdenza, qualora egli non sia assicurato con il nuovo datore di lavoro. La datrice di lavoro deve informare l’istituto di previdenza prima dell’uscita del suo collaboratore in merito a chi debba essere trasferita la prestazione d’uscita.

Assegni familiari:

La datrice di lavoro deve indicare alla Cassa di compensazione per assegni familiari entro 10 giorni lavorativi l’uscita di Ben che ha percepito assegni familiari.

Obbligo del segreto & Divieto di concorrenza

Il divieto di concorrenza stabilito a contratto deve essere stipulato per iscritto e non può superare i tre anni solo in circostanze particolari.



Il documento è stato utile?