Orario di lavoro

Retribuzione dell’orario di lavoro

Ben ha un rapporto di lavoro disdetto. Quali regole deve osservare la datrice di lavoro per la compensazione delle ore e di lavoro straordinario, di riposo o riposo compensativo?

Termini & formalità

Compensazione per ore di lavoro straordinario

Durante il rapporto di lavoro e nel mese successivo alla sua fine, Ben non può dalla datrice di lavoro rinunciare a posteriori e unilateralmente alle pretese di compenso delle ore di lavoro supplementari.

Tempo libero per i colloqui di lavoro

Durante il termine di disdetta la datrice di lavoro deve concedere ai suoi collaboratori il tempo necessario per i colloqui di lavoro. A quanto possa ammontare il tempo necessario, dipende da condizioni come la situazione del mercato del lavoro o la durata del termine di disdetta.

Disdetta straordinaria

Con una disdetta straordinaria la datrice di lavoro recede dal contratto di lavoro con effetto immediato. Se la datrice di lavoro non ha escluso contrattualmente il compenso delle ore di lavoro supplementari, deve pagare a Ben le eventuali ore di lavoro accumulate all’uscita dall’azienda. Ugualmente entro la fine del rapporto di lavoro la datrice di lavoro deve pagare ai suoi collaboratori le ore di lavoro straordinario accumulate così come i tempi di riposo ed il riposo compensativo.

Lo stesso vale nel caso in cui Ben abbia disdetto il contratto di lavoro con effetto immediato e un Giudice abbia giudicato giustificata tale disdetta. Se invece la disdetta straordinaria data da Ben si rivelasse non giustificata, il Giudice potrebbe compensare un’eventuale pretesa di pagamento con le pretese di risarcimento danni della datrice di lavoro.


Il documento è stato utile?