Protezione dei dati dei dipendenti

Elaborare i dati

La datrice di lavoro elabora i dati dei suoi collaboratori. Cosa deve tenere presente per elaborare correttamente i dati di Ben e proteggere così i suoi dati?


Rapporto d’impiego

Ben ha nei confronti della datrice di lavoro il diritto d’accesso ai dati trattati.

Dossier personale

La datrice di lavoro deve assicurarsi che solo le persone che elaborano il dossier personale abbiano accesso ad esso.

Certificato medico

Se Ben è malato o ha avuto un infortunio, la datrice di lavoro può richiedere un certificato medico. Il medico può tuttavia informare la datrice di lavoro solo sul grado dell'abilità lavorativa del collaboratore e - a meno che Ben non dia il suo consenso – non può fornirle informazioni dettagliate sulla malattia o l'infortunio del collaboratore.

Attestato di lavoro

Ben può richiedere alla datrice di lavoro in qualsiasi momento un attestato di lavoro. L'attestato di lavoro deve fornire informazioni sulla natura e la durata del rapporto di lavoro, nonché sulle prestazioni e sulla condotta di Ben. Dovrebbe inoltre consentire di identificare Ben. Ciò non richiede l'indirizzo, che la datrice di lavoro può includere nell'attestato di lavoro solo su richiesta di Ben.

Foto die collaboratori

Ogni persona ha diritto alla propria immagine. Di conseguenza la datrice di lavoro non può pubblicare foto dei suoi dipendenti su Internet o Intranet senza il loro consenso.

Internet, telefono e posta

La datrice di lavoro non può utilizzare sistemi di sorveglianza e controllo per controllare il comportamento di Ben. Non deve interferire illegalmente nella sfera privata dei propri dipendenti o violare la loro personalità. Se la datrice di lavoro raccoglie dati su Ben durante il rapporto di lavoro, deve informarlo in anticipo.

Se la datrice di lavoro vuole sorvegliare l'uso di Internet, deve

  • ancorare la possibilità di controllo in un regolamento o simili e
  • avere il fondato sospetto che un determinato dipendente stia abusando di Internet o del telefono.

A causa del segreto postale la datrice di lavoro non può leggere le lettere contrassegnate come private, sia in forma scritta che elettronica. Questo divieto si applica in particolare anche agli specialisti informatici, che disporrebbero dei mezzi tecnici per leggere le e-mail.


Il documento è stato utile?