Salute

Pendolare in sedia a rotelle - quali sono i miei diritti?

La legge sui disabili stabilisce che di principio lei deve poter utilizzare senza discriminazioni le stazioni ferroviarie, i mezzi di trasporto pubblico e, ad esempio, le biglietterie automatiche.

Tuttavia ci sono due restrizioni principali: in primo luogo le imprese di trasporto possono beneficiare di un periodo di transizione - che scade alla fine del 2023. In secondo luogo, e questa restrizione rimane in vigore, per gli edifici esistenti le misure di costruzione devono essere proporzionate.

La legge sui disabili si applica a ferrovie, autobus e navi

La legge sui disabili si applica alle infrastrutture di trasporto pubblico accessibili al pubblico: ad esempio le stazioni ferroviarie e i veicoli, ma anche i sistemi di comunicazione e le biglietterie automatiche devono essere accessibili ai disabili. Se l'accesso per le persone disabili non è possibile per motivi strutturali o è possibile solo a condizioni difficili, ciò costituisce uno svantaggio inammissibile.

Il principio è che le persone disabili dovrebbero poter utilizzare i servizi di trasporto pubblico in modo autonomo. Se questo non può (ancora) essere implementato strutturalmente, il personale dell'impresa di trasporto deve aiutare, se necessario. A tale fine le imprese di trasporto rinunciano per quanto possibile ad un obbligo di preavviso applicabile unicamente ai disabili.

Diritti per nuovi edifici

Se ad esempio si sta costruendo una nuova stazione, l'autorità competente può concedere la licenza edilizia solo se la nuova stazione è accessibile alle sedie a rotelle. Cosa succede se durante la procedura di autorizzazione di costruzione lei scopre che non è così? In questo caso durante la procedura di autorizzazione di costruzione lei può chiedere all'autorità competente che si rinunci allo svantaggio. Se non lo ha fatto, in determinate circostanze lei può far valere il suo diritto nella giurisdizione civile.

Il periodo di transizione per gli edifici e i veicoli esistenti scade a breve

Se a causa della sua sedia a rotelle non le è possibile utilizzare un'infrastruttura o un veicolo dei trasporti pubblici esistenti, lei può chiedere all'autorità competente che l'impresa concessionaria elimini o rinunci allo svantaggio. Tuttavia lei deve avere pazienza: la legge sui disabili è entrata in vigore nel 2004. Per le aziende di trasporto la legge prevede un periodo transitorio di 20 anni, entro il quale esse devono adattare le costruzioni, gli impianti e i veicoli esistenti alle esigenze dei disabili. Questo periodo transitorio scade alla fine del 2023.

Il termine per la progettazione di sistemi di comunicazione e di sistemi di emissione dei biglietti conformi alle esigenze dei disabili è già scaduto - dalla fine del 2013 questi devono essere costruiti in modo tale che le persone disabili non siano svantaggiate nel loro utilizzo.

Il principio di proporzionalità limita l'attuazione

Nell'attuazione della legge sui disabili vi è tuttavia un limite decisivo: le misure devono essere proporzionate. Non fosse il caso, l'autorità competente tollererà la discriminazione. In questi casi tuttavia l'impresa di trasporto deve offrire una soluzione alternativa adeguata.

Ad esempio secondo l'Ufficio federale dei trasporti l'unico requisito a partire dalla fine del periodo di transizione di fine 2023 è quello di "disporre, per ogni linea a lunga percorrenza all'interno della Svizzera, di almeno un treno di linea all'ora e direzione, con almeno un accesso a livello per sedie a rotelle e deambulatori in ogni stazione servita". Tuttavia per le altre corse che non sono accessibili ai disabili, l'azienda di trasporto deve fornire personale per l'assistenza.