In viaggio

A cosa devo prestare attenzione nel costruire una casa di vacanza?

Nel costruire una casa di vacanza svolge un ruolo particolarmente importante la legge sulle abitazioni secondarie, ma anche per il finanziamento ci sono grossi ostacoli .

A seconda di quanto è alta la percentuale di residenze secondarie nel Comune di vacanza da lei scelto, potrebbe non essere possibile costruire una nuova casa di vacanza. Il suo sogno di realizzare una casa di vacanza può anche fallire, perché lei in particolare non può far capo ai suoi averi di cassa pensione per il finanziamento.

Legge sulle abitazioni secondarie

Se lei desidera costruire una nuova casa di vacanza deve rispettare la legge sulle abitazioni secondarie. Se la percentuale di residenze secondarie supera già il 20%, il Comune del luogo in questione può non autorizzare la costruzione della sua casa di vacanza. Tuttavia esiste una scappatoia per le case di vacanza all'interno di una "struttura ricettiva organizzata", cioè all'interno di un albergo o di un'attività alberghiera: se questa casa di vacanza non è adattata alle sue esigenze personali e la loca permanentemente agli ospiti per un uso esclusivamente a breve termine, è considerata un‘"abitazione sfruttata a scopi turistici" e non rientra nella regola del 20%.

Finanziamento

Se per finanziare la propria abitazione lei può far capo al suo avere di cassa pensione, ciò non è consentito nel finanziamento della propria casa di vacanza. Il fattore decisivo è se ha il suo domicilio o la sua dimora abituale nella casa.

Le banche nella pratica richiedono inoltre una quota di capitale proprio più elevata quando finanziano una casa di vacanza rispetto al finanziamento della residenza principale: di regola, per una casa di vacanza, lei deve finanziare il 30 - 50% del prezzo d'acquisto. Se la sua casa è già ipotecata, la banca richiederà una quota di capitale proprio ancora più elevata per il finanziamento della sua residenza secondaria, a seconda del suo reddito.