Abitare

Abitiamo ai margini della foresta e vorremmo ampliare (costruzione e/o coltivazione), che cosa dobbiamo prendere in considerazione?

In primo luogo dovreste chiarire, nel caso specifico, se quell’insieme di alberi sia considerata una foresta.

Se è vostro desiderio costruire, disponete di un interesse legittimo, e potete chiedere che sia il Cantone a determinare se l’area in questione sia effettivamente una foresta. Con un‘ordinanza, l’autorità competente indica se un’area sia considerata foresta e determina le sue coordinate.

Distanze minime dalla foresta

Qualora il Cantone concordi che l’area in questione sia foresta, è possibile costruire conformemente alle norme Cantonali e Comunali sull’edilizia, purché vengano rispettate le distanze minime Cantonali delle strutture dalla foresta. Se queste distanze non vengono mantenute, le Autorità competenti nel limite delle loro competenze possono approvare comunque il progetto a determinate condizioni e oneri. Se ristruttura una casa esistente edificata in ossequio alle norme, è possibile che beneficia per la parte di nuova edificazione di una garanzia delle situazioni acquisite.- anche in questo caso l’edificazione non deve interferire con la conservazione, la cura e l’utilizzo della foresta.

Permessi per radere al suolo la foresta difficili da ottenere

I permessi di radere al suolo la foresta per una coltivazione sono invece difficili da ottenere. Questa pratica è generalmente proibita. L’Autorità competente può eccezionalmente concedere l’autorizzazione, a condizioni molto severe. Per radere al suolo delle foreste, devono sussistere importanti ragioni, che superino l’interesse per la conservazione delle stesse. Interessi finanziari, come l’uso redditizio del terreno, o l’acquisto a basso costo di terreni per scopi non forestali non sono ritenute ragioni importanti. Anche qui può beneficiare, a determinate condizioni, di una garanzia delle situazioni acquisite per l’ottenimento di una autorizzazione o di una autorizzazione speciale.