In viaggio

Una patente può essere ritirata 6 anni dopo l'infrazione stradale?

Sì, come confermato dal Tribunale federale nella sua decisione del 3 novembre 2021.

Un ritiro relativamente tardivo della patente non è criticabile dal punto di vista del diritto processuale, soprattutto quando la lunga durata della procedura è dovuta al comportamento del conducente. Inoltre, l'effetto educativo del ritiro della licenza rimane anche dopo diversi anni.

Violazione grave e di lunga data del codice della strada

Nel maggio 2015, l'autista stava seguendo un'auto sull'autostrada a una velocità di almeno 231 km/h. Nel settembre 2018, il Tribunale distrettuale ha dichiarato il conducente colpevole di gravi e ripetute violazioni della circolazione stradale. Nell'aprile 2019, il Tribunale cantonale ha confermato la sentenza.

Di conseguenza, l'Ufficio della circolazione stradale del Cantone di Zurigo ha ordinato, con decisione del 14 febbraio 2020, il ritiro della patente di guida per un periodo di 27 mesi, con un'esecuzione residua di 24 mesi tra il 18 agosto 2020 e il 14 agosto 2022. Ritenendo che il suo diritto ad essere giudicato entro un termine ragionevole non fosse stato rispettato, il conducente ha presentato un ricorso. Sia la Direzione della sicurezza che il Tribunale amministrativo cantonale hanno confermato la decisione, mentre il Tribunale federale ha infine respinto il ricorso dell'autista il 3 novembre 2021.

Durata della procedura prolungata dal comportamento dell'autista

Come nota il Tribunale federale, la durata assoluta del procedimento, che è di più di sei anni, può sembrare preoccupante. Tuttavia, ciò è dovuto principalmente al comportamento dell'autista: aveva chiesto che i procedimenti penali e amministrativi fossero condotti uno dopo l'altro e si era rifiutato di testimoniare in diverse occasioni durante il procedimento penale. Inoltre, l'autista non si era opposto al principio di spedizione durante il procedimento penale, il che rende la successiva invocazione di questo principio contrario alle regole della buona fede.

Effetto educativo anche dopo un lungo ritardo

L'autista dubitava che il ritiro della patente così tanto tempo dopo l'incidente avesse ancora un effetto educativo. Tuttavia, il Tribunale federale ha costantemente negato che il ritiro della licenza in questione sia stato privato del suo effetto educativo dal passare del tempo. L'autista non era certamente in difetto dal momento dell'infrazione e dipendeva dalla sua auto per il suo lavoro. Tuttavia, l'infrazione sarebbe grave e questa sarebbe già la seconda infrazione che porta al ritiro della licenza. Il fatto che la corte precedente avesse aumentato il periodo minimo di ritiro da 24 a 27 mesi non era quindi criticabile.

Il Tribunale federale conferma la decisione del tribunale inferiore e ordina al servizio veicoli di fissare una nuova data per la consegna della patente di guida. L'attore deve pagare le spese processuali di 3.000 franchi.