Lavorare

Ho diritto al salario se lavoro per l'associazione?

Se lei lavora per l'associazione a titolo volontario, il fattore decisivo per qualsiasi compenso è ciò che lei ha concordato con l'associazione o ciò che è abituale. Se l'associazione è la sua datrice di lavoro, si applica il normale diritto del lavoro e lei ha diritto ad un salario.

Il fattore decisivo per rispondere alla domanda sull'esistenza o meno di un contratto di lavoro è se lei sta svolgendo un lavoro per l'associazione per un tempo determinato o indeterminato e in cambio di una remunerazione. Se soddisfa questi requisiti, lei è un dipendente e l'associazione è una datrice di lavoro. All’associazione quale datrice di lavoro non si applicano regole speciali. Vale a dire, non importa se c'è un accordo scritto o verbale tra lei e la sua associazione e come questo accordo è denominato.

Pagamento per il lavoro a titolo volontario

Nel caso del volontariato la remunerazione non si applica del tutto o in parte. Tuttavia per analogia con il contratto di mandato, una remunerazione è dovuta se è concordata o abituale. Sotto il profilo del diritto delle assicurazioni sociali, il Tribunale federale presume che il lavoro a titolo di volontariato sia un'attività lucrativa soggetta a contributi, se per la maggior parte del lavoro vi è un‘intenzione di guadagno.

Depone per l'intenzione di guadagno il fatto che lei riceva un compenso per il suo lavoro, che è almeno approssimativamente in linea con il mercato. Tuttavia se l'associazione non la indennizza o la indennizza solo simbolicamente, lei non è considerato un lavoratore dipendente sotto il profilo del dritto delle assicurazioni sociali. Per inciso, questo non si applica alla situazione in cui lei vuole creare un'attività indipendente e non si paga un salario nel primo periodo dopo la creazione dell'attività. Anche questo conta come un'attività lucrativa sotto il profilo del diritto delle assicurazioni sociali, perché lei ha l'intenzione di guadagnare.

L'associazione come datrice di lavoro

Se è data l'intenzione di guadagnare, si pone inoltre la questione a sapere se lei è un lavoratore indipendente su base contrattuale o se l'associazione è la sua datrice di lavoro.

Si considera che esiste un rapporto di lavoro se lei è subordinato nell‘organizzazione del lavoro. Per esempio, lei può gestire il segretariato di un'associazione su base volontaria, se può organizzarsi da sé e non è vincolato da orari di presenza o altre istruzioni. Tuttavia, se lei ha istruzioni chiare su come deve gestire il segretariato, in quali orari dev‘essere disponibile e da dove lavorare, questo è un'indicazione di un'attività lucrativa dipendente. (vedi anche « Salute» qui sotto)