Consumo & Internet

La stazione di ricarica pubblica può addebitare una "tassa di roaming"?

Sì. La fornitrice può adattare la sua tariffa a seconda del cliente, ma deve indicare il prezzo totale in modo trasparente.

La fornitrice di una stazione di ricarica può decidere da sé a quale prezzo offrire l'elettricità e il servizio di ricarica. Tuttavia deve fornire informazioni trasparenti e rispettare i requisiti della ordinanza sull’indicazione dei prezzi.

Il gestore della stazione di ricarica può fissare da sé il prezzo

Quando il parlamento ha approvato la legge sull’approvvigionamento energetico le stazioni di ricarica pubbliche non erano ancora un argomento. Ecco perché i gestori delle stazioni di ricarica non si inseriscono da nessuna parte.

Come ha scritto il Consiglio federale nella sua risposta ad un‘interpellanza parlamentare, "il gestore della stazione di ricarica [...] sembra essere molto probabilmente un consumatore finale, poiché la sua attività va oltre la semplice rivendita di elettricità". Il gestore della stazione di ricarica è quindi anche libero di determinare il prezzo dell'elettricità e del suo servizio; la legge sull'approvvigionamento elettrico non prevede in questo caso alcuna regolamentazione delle tariffe e della fatturazione.

Il gestore di una stazione di ricarica è obbligato ad essere trasparente

Il gestore di una stazione di ricarica deve fornire informazioni sui suoi prezzi in modo tale che siano comparabili con le tariffe di altri operatori e i clienti non siano ingannati. Per esempio, il gestore deve prima indicare il prezzo di base in franchi svizzeri per kWh / ore / minuti. Gli oneri pubblici come l'IVA devono essere inclusi in questo prezzo di base.

Il gestore deve dichiarare in dettaglio per quale servizio addebita cosa. Per esempio, deve dichiarare se certi prezzi sono validi solo per i titolari di un abbonamento all'operatore corrispondente e se addebita costi aggiuntivi ai clienti esterni. Deve divulgare i prezzi dove si attiva il processo di ricarica: sul display della stazione di ricarica o sul telefono cellulare del cliente.

Per ulteriori informazioni su come, quando e dove il gestore deve indicare il prezzo di ricarica, vedere l'opuscolo della Seco "Indicazione dei prezzi nelle stazioni di ricarica elettrica".