Famiglia

Può il mio ex-marito e padre dei bambini proibirmi di prenotare delle ferie in maniera spontanea?

Se vuole organizzare delle ferie con i suoi figli in maniera spontanea, il suo ex-marito non può farci molto.

Se i bambini vivono con lei, vale a dire che lei detiene l’autorità parentale, può pianificare liberamente in gran parte il tempo con loro.

Non impedire il contatto personale

Tuttavia, il suo ex marito ha il diritto di avere contatti personali con i figli e lei deve astenersi da qualsiasi atto che possa influenzare il rapporto dei suoi figli con il loro padre.

Quindi, se lei parte regolarmente in vacanza spontaneamente, rendendo difficile per i bambini avere contatti personali con il padre, quest'ultimo può rivolgersi all'Autorità per la protezione dell'infanzia e degli adulti (KESB). Questi può ammonirla risp. darle disposizioni alfine di assicurare un contatto regolare con il padre, a condizione che ciò favorisca il benessere del bambino.

Preparare bene le vacanze all‘estero

Se lei viaggia all'estero, dovrebbe quantomeno cercare di trovare un accordo con il suo ex marito. La Convenzione dell'Aia contro la sottrazione/sequestro di minori impone agli Stati parti di adottare tutte le misure atte a prevenire la sottrazione/sequestro di minori. Ciò comprende anche la verifica dell'effettiva autorizzazione per i genitori che viaggiano da soli di recarsi all'estero con i loro figli. In caso di viaggio all'estero, dovrebbe quindi portare con sé un'autorizzazione di viaggio scritta del suo ex marito che, a seconda del paese di destinazione, potrebbe anche necessitare di autenticazione. Si raccomanda inoltre di far apporre sul passaporto una postilla ufficiale che attesti l’autorità parentale. Ciò è particolarmente utile nel caso in cui lei non abbia lo stesso cognome dei suoi figli.

(vedi viaggiare con minori)