Abitare

Scaffale sulla parete esterna: colpa sua per l'infestazione da muffa?

La questione della colpa è inizialmente meno importante. La cosa più urgente è che lei segnali il difetto alla sua locatrice prima possibile.

Lei deve annunciare rapidamente alla sua locatrice la presenza di muffa nell’appartamento. Se lei non annuncia il difetto o lo annuncia troppo tardi e la locatrice subisce da ciò un danno, lei è responsabile per il danno corrispondente.

Onere della prova per la muffa

Come inquilino lei deve dimostrare il difetto della cosa locata. In caso di muffa è meglio documentare fotograficamente l'infestazione da muffa, tenere un registro della ventilazione e informare la sua locatrice, preferibilmente con lettera raccomandata. La sua locatrice deve quindi dimostrare che lei è responsabile dell'infestazione da muffa.

Muffa dovuta al comportamento dell'inquilino

Secondo la giurisprudenza del Tribunale federale la locatrice, dopo la sua notifica, deve chiarire la causa della muffa e assicurarsi che venga eliminata. Solo se la locatrice dimostra che la muffa è dovuta esclusivamente o in gran parte al suo comportamento, lei perde i suoi diritti in caso di difetti e corre il rischio di dover pagare per la rimozione del difetto.

Una libreria o un altro mobile su una parete esterna può ostacolare la circolazione dell'aria e quindi portare alla formazione di condensa sulla parete, che a sua volta può causare la formazione di muffa. Tuttavia la sua locatrice non può di norma richiederle di posizionare i mobili solo sulle pareti interne. La situazione sarebbe diversa solo se lo avesse espressamente previsto nel contratto di locazione.

Non fosse il caso, la locatrice deve dimostrare che lei ha utilizzato l'appartamento in modo improprio. Ciò ad esempio se lei ha impedito la circolazione dell'aria utilizzando l'appartamento come ripostiglio per i suoi numerosi mobili o fornendo una ventilazione insufficiente. Ci sono numerose sentenze di Tribunali sulla questione a sapere cosa costituisca un'adeguata ventilazione. Tuttavia i Tribunali non hanno stabilito una regola assoluta, ma decidono caso per caso. In ogni caso la sua locatrice non può richiederle di ventilare in modo permanente: in questo modo lei non può utilizzare il suo appartamento conformemente al contratto.

Muffa per difetto di costruzione

Se la sua locatrice non è in grado di dimostrare che la muffa è dovuta esclusivamente o in gran parte al suo comportamento, deve assicurarsi che il difetto venga eliminato e sostenere i relativi costi. Di norma dovrebbe esserci un difetto di costruzione. In questo caso lei può esercitare i suoi diritti in caso di difetti. Questi vanno dal deposito della pigione, alla riduzione della pigione fino al risarcimento dei danni (cfr. odore di cibo nell'appartamento).