Abitare

Vicina di casa annaffia fiori al piano superiore - tende rotte. Chi paga?

Se abita in affitto, in primis il locatore, in caso di comproprietà la comunità dei condomini o, a seconda del regolamento, la vicina che ha causato il danno.

Se tuttavia rimane a guardare per mesi finché la tenda è completamente inzuppata, rischia di dover pagare di tasca Sua.

Tende da sole nell'appartamento in locazione

Infatti, appena nota che l’acqua cola copiosa dall’alto bagnando regolarmente la Sua tenda, dovrà segnalarlo subito alla padrona. La padrona di casa deve farsi carico della riparazione o sostituzione (vedi" Procedura in caso di interruzione dell'acqua"). Può decidere di sostenerne il costo oppure spedire la fattura alla responsabile. Potrebbe però anche inviarla a Lei quale coinquilino qualora avesse segnalato lo stillicidio in ritardo, aggravando ulteriormente il danno. In questo caso, è Lei a dover pagare la fattura. Perlopiù non potrà neppure farsi rimborsare dalla Sua assicurazione responsabilità civile privata. In effetti, danni a terzi che si verificano gradualmente per una azione prolungata sono generalmente esclusi da queste polizze.

Sonnenstoren im Stockwerkeigentum Tende da sole nella proprietà per piani

Nei condomini la situazione tende a complicarsi. Ove non diversamente stabilito nel regolamento, le tende da sole costituiscono un elemento che determina l’aspetto esteriore e il decoro architettonico dell’edificio e come tale rientrano fra le parti comuni e non devono essere danneggiate o compromesse nella loro funzione dai condomini. Se il regolamento ammette fioriere e la vicina non annaffia oltre il tollerabile sarà la comunità dei proprietari a doversi assumere i costi di riparazione o sostituzione della tenda. Se il regolamento le vieta, con ogni probabilità la vicina dovrà risarcire il danno, a meno che non sia prevista una diversa ripartizione delle spese.