Lavorare

COVID-19: La scuola è chiusa! Mi prendo cura dei bambini a casa - ho diritto a un’indennità?

Sì, a condizione che non possa svolgere la Sua attività da casa (HomeOffice), che sia obbligatoriamente assicurato/a presso l’AVS e che i Suoi figli abbiamo meno di 12 anni. Il diritto all’indennità è esteso fino al compimento del ventesimo anno di età, se Suo figlio frequenta una scuola speciale.

Un'ulteriore condizione è che la situazione di emergenza sia dovuta unicamente alle misure adottate per combattere la pandemia. Durante le vacanze scolastiche non ha quindi diritto a all’indennità, a meno che non aveste previsto di affidare i bambini a persone particolarmente a rischio, come ad esempio i nonni, o ad un servizio messo a disposizione dalla scuola stessa.

Se tutte le condizioni sono soddisfatte, in linea di principio può richiedere direttamente alla Sua cassa di compensazione AVS un indennizzo per la perdita di guadagno utilizzando il modulo disponibile qui. Se durante tale periodo il Suo datore di lavoro continua a versarle lo stipendio, allora è il Suo datore che può contattare direttamente la cassa di compensazione AVS per richiedere l’indennizzo.. L’indennità corrisponde all’80% dello stipendio medio che ha ricevuto prima dell’inizio del diritto all’indennità. L’importo massimo per l’indennità è di CHF 196.- al giorno, cifra che corrisponde ad uno stipendio mensile medio di CHF 7'350.-. La cassa di compensazione garantisce l’indennità con effetto retroattivo. Per ogni giorno lavorativo, solo uno dei due genitori può fare valere il proprio diritto all’indennità.

Il diritto all’indennità inizia il quarto giorno a partire da quanto tutte le condizioni sopraelencate sono state soddisfatte. Il diritto termina non appena viene trovata una soluzione adatta alla custodia dei figli o alla riapertura della scuola. La cassa di compensazione versa l’indennità con effetto retroattivo. Se il Suo datore di lavoro continua a versarle lo stipendio, la cassa di compensazione AVS verserà l’indennità direttamente al Suo datore di lavoro. Il diritto a eventuali indennità non pagate si prescrive 5 anni dopo la revoca dei provvedimenti.

Attenzione: se già riceve un'indennità per lavoro ad orario ridotto, non ha diritto a un'indennità supplementare per la perdita di guadagno. Lo stesso vale se riceve già un'indennità da parte di un'altra assicurazione sociale.

Per ulteriori informazioni, consultare le FAQ su Covid-19

(Data: 27.04.20)