Famiglia

C'è uno splitting della cassa pensione dopo lo scioglimento del concubinato?

No. La divisione delle prestazioni d‘uscita è possibile solo in caso di divorzio e scioglimento giudiziale dell'unione domestica registrata.

La cassa pensione non può prevedere nel suo regolamento un'opzione corrispondente, né i partner conviventi possono concordare per accordo comune una suddivisione.

Prestazioni solo dopo il decesso del partner convivente

La cassa pensioni può stabilire nel suo regolamento che il partner ha diritto alle prestazioni per i superstiti. Ciò è possibile se la coppia convivente ha vissuto insieme ininterrottamente negli ultimi cinque anni (cfr. lexNews) o fino al decesso del contraente, per cui, secondo la giurisprudenza attuale, non è obbligatoria una formale residenza comune. Le prestazioni per i superstiti sono anche possibili se il superstite è responsabile del mantenimento di uno o più figli comuni. In linea di principio la cassa pensione versa la prestazione ai superstiti (cfr. Internet&Consumo) solo se la persona assicurata soddisfa i requisiti regolamentari e, ad esempio, ha presentato per tempo la dichiarazione scritta del beneficiario.