Abitare

Sul fondo vicino c’é un Open-Air rumoroso – Ho diritto ad una riduzione dell’affitto?

No. È possibile richiedere al sua locatrice una riduzione dell'affitto. Se la locatrice accetta la riduzione dell’affitto per il periodo del Festival, tuttavia, lo fa piuttosto mosso dalla sua buona volontà.

Davanti all’ufficio di conciliazione o al tribunale si avrebbe probabilmente difficilmente successo con la vostra richiesta.

L’idoneità dell’abitazione deve essere compromessa

Il rumore può portare il locatore a dover ridurre l'affitto: Secondo la legge, si ha diritto a una riduzione dell'affitto se l'idoneità dell'appartamento per l'uso previsto è compromessa o ridotta. Per inciso, è irrilevante sapere se è il locatore ad aver causato o meno il rumore; se il disturbo non è imputabile a lui ma, per esempio, ad un'impresa di costruzioni, può chiedere un risarcimento all'imprenditore edile.

Frequenza, durata e intensità sono criteri decisivi

Affinché la vostra richiesta di riduzione dell'affitto abbia successo in tribunale, dovrete dimostrare che la frequenza, la durata e l'intensità dell'inquinamento acustico superino il limite che voi come inquilini dovete tollerare. Se l’Open Air Festival si svolge una volta all'anno per pochi giorni, difficilmente si può provare quanto sopra. Ciò vale in particolare se l'organizzatore è in possesso di un'autorizzazione e se soddisfa i requisiti in materia di prescrizioni sull’inquinamento acustico. Se l'organizzatore ha già condotto regolarmente l'evento all'aperto prima di trasferirvi nel vostro appartamento e avreste dovuto saperlo, avete comunque accettato questo fastidio acustico e l'avete accettato firmando il contratto di locazione.