Autorità

Posso registrarmi come beneficiario di assistenza sociale in un Comune?

Sì, come ha affermato il Tribunale federale nella sua sentenza del 22 marzo 2019. Un Comune non può negare a un beneficiario di assistenza sociale un domicilio assistenziale, se il beneficiario vive con l'intenzione di stabilirsi durevolmente nel Comune.

La beneficiaria ha vissuto a Rorschach per diversi mesi e dopo una breve degenza ospedaliera a causa del consumo eccessivo di alcol ha vissuto di nuovo in diverse abitazioni a Rorschach. Dopo che il Comune si era rifiutato più volte di registrarla, la donna si è trasferita a San Gallo. I servizi sociali di San Gallo hanno poi chiesto a Rorschach di rimborsare i costi dell'assistenza sociale per cinque anni. Il Dipartimento dell'interno, il Tribunale cantonale amministrativo e il Tribunale federale hanno sostenuto questa richiesta.

Domicilio assistenziale presso il centro della propria vita

La legislazione di San Gallo non definisce il domicilio assistenziale, ma fa riferimento alla legge federale sull‘assistenza. Secondo questa legge, il domicilio assistenziale è il luogo in cui la persona dimora con l'intenzione di stabilirvisi durevolmente. Tale intenzione della persona beneficiaria di assistenza sociale era oggettivamente evidente, in quanto aveva vissuto a Rorschach per diversi mesi e aveva cercato più volte di registrarsi presso il Comune. Non importa se ha un contratto di locazione scritto o se ha pagato la pigione.

Il domicilio assistenziale rimane in caso di sfratto

Questo domicilio assistenziale continuerà ad esistere per un massimo di cinque anni anche se il Comune effettivo di residenza ha persuaso la beneficiaria dell'assistenza sociale ad allontanarsi contro i suoi interessi (cfr. la relativa regolamentazione a livello federale). Nel caso di specie il comune di Rorschach, da un lato, si è rifiutato di registrare e, dall'altro, è intervenuto più volte attivamente presso le locatrici di Rorschach per impedire che la beneficiaria dell'assistenza sociale si trasferisse da loro.

Il fatto che l'istanza inferiore abbia condannato il comune di Rorschach a sostenere le spese di assistenza sociale per il massimo di cinque anni non è stato considerato arbitrario da parte del Tribunale federale in questo contesto ed ha confermato la decisione.