Abitare

A nostra figlia piace giocare a calcio in giardino dopo la scuola. La padrona di casa può darci la disdetta per questo motivo?

Fondamentalmente no. I bambini possono giocare a calco all'aperto e fare rumore. Questa opinione è condivisa anche dal Tribunale federale, il quale ha costantemente sostenuto che le zone residenziali sono ovviamente destinate anche al soggiorno dei bambini.

Rispettare la quiete a mezzogiorno e alla sera

I vostri vicini devono tollerare i vostri figli, tuttavia anche voi siete tenuti a rispettare gli altri inquilini ed i vostri vicini. Non si trovano purtroppo articoli di legge che definiscano con precisione questa situazione. L'ordinanza di polizia locale fornisce quantomeno un’indicazione generale su quando i bambini farebbero meglio ad evitare un torneo di calcio in giardino: in genere, il silenzio deve essere osservato a mezzogiorno tra le ore 12.00 e le ore 13.00 e di notte a partire dalle ore 22.00 in poi. Se vostra figlia gioca a calcio al di fuori di questi orari, per qualche ora e non usa le pareti di casa come porta, allora le altre parti devono tollerarlo.

Contestare la disdetta nel termine stabilito

Se voi e i vostri figli seguite queste regole e la padrona di casa vi dovesse intimare la disdetta del contratto di locazione, potrete contestare la disdetta entro 30 giorni presso l’ufficio di conciliazione.

Il regolamento condominiale non può vietare che i bambini facciano rumore

E se la padrona di casa argomentasse la sua posizione basandosi sul regolamento condominiale che vieta il rumore da parte dei bambini? Questa posizione non sarà sostenibile per la sua padrona di casa che non la spunterà né dinanzi all'Ufficio di conciliazione né dinanzi al Tribunale. Di fatto gli spazi abitativi sono disponibili anche per i bambini.