In viaggio

Al mio addetto alle pulizie devo pagare le spese di viaggio?

Di principio no. Questo perché deve pagare il suo dipendente solo per il tempo in cui si tiene a disposizione per lei. Il tempo per recarsi al lavoro non conta come tempo di lavoro.

Tuttavia se il contratto normale di lavoro cantonale (CNL) regola il rimborso delle spese di viaggio, queste disposizioni si applicano, a meno che non le escluda in un contratto individuale. Lei è anche obbligato a pagare le spese di viaggio se lo ha concordato contrattualmente con il suo addetto alle pulizie.

Regolamentazione delle spese di viaggio nei CNL cantonali

In alcuni casi i CNL cantonali per il personale domestico contengono regole sull'assunzione delle spese di viaggio da parte della datrice di lavoro. Per esempio secondo il CNL per il personale domestico del Cantone dei Grigioni si applica la seguente regolamentazione: "Se il collaboratore domestico vive nella casa in cui lavora, il datore di lavoro deve rimborsare le spese di viaggio secondo il mezzo di trasporto concordato per il primo viaggio dal luogo di residenza originario al luogo di lavoro. Può regolare ciò diversamente con un accordo scritto.

Disposizioni speciali per le madri che allattano

Le norme per la protezione delle madri che allattano si applicano anche alle collaboratrici domestiche. Di conseguenza anche loro possono interrompere il lavoro per allattare il loro bambino a casa. A seconda della durata del tempo di lavoro giornaliero, nel primo anno di vita del bambino lei deve accreditare fino a 90 minuti di tempo di lavoro pagato per questo. Oltre all'allattamento vero e proprio, il tempo di lavoro retribuito include il viaggio di andata e ritorno. Se la sua collaboratrice domestica ha bisogno di più tempo in totale, deve concederglielo. Tuttavia questo tempo aggiuntivo non conta come orario di lavoro retribuito, a meno che non lo abbiate concordato contrattualmente.