Lavorare

Ho illustrato un libro. Chi detiene il diritto d'autore?

Inizialmente lei. L'autrice di un'opera è sempre la persona fisica che ha creato l'opera. Il diritto d'autore è trasferibile, ad esempio alla datrice di lavoro.

Indipendentemente da da ciò che avete concordato contrattualmente, i diritti d'autore personali rimangono a lei: solo i diritti d'uso sono trasferibili.

Illustratrice dipendente

Se lei è assunta come illustratrice, il suo contratto di lavoro prevede regolarmente il trasferimento dei diritti d'autore alla datrice di lavoro - senza alcun compenso aggiuntivo. Anche se lei non ha preso accordi espliciti con la sua datrice di lavoro, quest'ultima acquisirà comunque i diritti d'autore sulla base dell‘obbligo di restituzione secondo il contratto di lavoro. La sua datrice di lavoro ha con ciò il diritto di utilizzare la sua illustrazione e può quindi stabilire se, quando e in qual modo vuole utilizzare l'illustrazione: la datrice di lavoro può riprodurre e vendere l'illustrazione .

Tuttavia i diritti d'autore personali restano a lei. La sua datrice di lavoro ad esempio non può dirvi se, quando e in qual modo cambiare le sue illustrazioni. Questo a patto che lei si attenga alla legge e non violi, ad esempio, la norma penale contro il razzismo. Tuttavia la datrice di lavoro può esigere da lei piccoli adeguamenti nell'esercizio del suo diritto di impartire istruzioni. Nel suo rapporto di lavoro lei ha anche il diritto esclusivo al riconoscimento della sua qualità d’autore. La possibilità di rinunciare validamente a questo diritto è controversa.

Illustratore indipendente

Se lei lavora in modo indipendente, non solo i diritti d'autore personali, ma anche i diritti d'uso sono di sua esclusiva competenza: lei può stabilire se, quando e in qual modo l'illustrazione viene utilizzata. Se lei vuole sfruttare commercialmente la sua illustrazione, dovrebbe stipulare un contratto che specifichi chi può utilizzare la sua illustrazione, in che modo, a quale prezzo, dove e per quanto tempo.