Famiglia

Devo pagare la pigione al mio ancora-marito dopo che sono partita?

La risposta a questa domanda pone diversi aspetti, in particolare il rapporto contrattuale con la locatrice e i diritti nei confronti dell'ancora-marito.

Responsabilità solidale nei confrotni della locatrice

Da un lato, lei è responsabile in solido nei confronti del locatore della pigione. Tale obbligo dura fino al momento in cui termina il contratto di locazione, ma comunque al massimo per due anni. Il locatore può pertanto richiedere la pigione a lei, anche se non vive più nell' appartamento coniugale.

Ancora-marito non può decidere da solo

D' altro canto, il suo „ancora“ marito non può semplicemente decidere da solo di non pagare o pagare meno una pigione rispetto a prima. Il modo più semplice sarebbe raggiungere un accordo extragiudiziale con il suo „ancora“ marito - ma sempre per iscritto! – per chi deve pagare quanto e per quanto tempo per l’appartamento coniugale, partendo da presupposto che potete ancora parlare tra di voi in modo ragionevole. Se ciò non è possibile, rimane la via del tribunale.

Abitazione famigliare nella protezione dell'unione coniugale

Nella procedura di protezione dell’unione coniugale, il tribunale decide, tra l' altro, cosa succede con l’appartamento coniugale, chi può soggiornarvi, chi deve pagare la pigione?

Se il locatore pretende da lei il pagamento della pigione, può conteggiarlo e compensarlo con i contributi di mantenimento dovuti dal suo „ancora“ marito.