Consumo & Internet

La rivenditrice online è vincolata al ribasso promesso?

Di principio si'. Se l'offerta della rivenditrice online è rivolta ai consumatori, deve indicare il prezzo effettivo da pagare in franchi svizzeri.

Se lei ha ordinato la merce sulla base di questa indicazione del prezzo, la rivenditrice online deve consegnarle la merce al prezzo concordato. Con un‘eccezione: se la rivenditrice online ha erroneamente indicato un prezzo essenzialmente troppo basso, il corrispondente contratto non è vincolante per lei.

Non ogni confronto di prezzi è ammesso

La rivenditrice online, come qualsiasi altra persona che vende i suoi prodotti ai consumatori, non può offrire un ribasso fantasia. Al momento dell'indicazione del prezzo può indicare un prezzo comparativo, se lei o i suoi concorrenti hanno effettivamente venduto il prodotto al prezzo più elevato o lo stanno ancora vendendo. È inoltre consentito pubblicizzare un prezzo di lancio. Tuttavia il prezzo di confronto più elevato dev‘essere realistico: ad esempio perché la concorrenza offre effettivamente il prodotto al prezzo indicato o perché il rivenditore stesso offrirà presto il prodotto al prezzo indicato.

(cf. "Un negozio online può rifiutarsi di consegnarmi la merce pagata?")