Autorità

Posso assumere una persona con passaporto straniero?

Sì, a condizione che la persona abbia la cittadinanza dell'UE/AELS, un permesso di domicilio C o un permesso di soggiorno che le dia diritto al lavoro.

In qualità di datore di lavoro, siete responsabili delle autorizzazioni necessarie.

Persone con cittadinanza UE/AELS

Le persone che hanno la cittadinanza di un paese dell'UE-26 (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria) possono essere impiegate senza alcuna restrizione ai sensi della legge. Tuttavia, è necessario fornire la documentazione necessaria:

Se la persona è impiegata per:

  • tre mesi o meno, non vi è bisogno di un permesso di soggiorno, ma è necessario registrarsi online;
  • per più di tre mesi, lei deve presentare alle autorità cantonali competenti un documento di viaggio valido e la sua dichiarazione di assunzione o un certificato di lavoro; con questi documenti, riceverà un permesso di dimora.

I cittadini croati fino al 31 dicembre 2021 sono ancora assoggettati alla priorità dei lavoratori indigeni nonché al contingentamento.

Per i cittadini di uno Stato dell'AELS (Principato del Liechtenstein, Islanda e Norvegia) valgono gli stessi requisiti previsti dalla Convenzione AELS per le persone con la cittadinanza di un Paese dell'UE-26.

Cittadini di stati terzi

Oltre ai cittadini dell'UE-26 e dell'AELS, potete assumere anche un cittadino di un Paese terzo, in particolare se è in possesso di un permesso di domicilio o di un permesso di soggiorno che dà diritto a un'attività lucrativa. Se la persona di nazionalità straniera non dispone di un permesso corrispondente, l'occupazione è possibile solo se serve l'"interesse economico generale" della Svizzera e se la quota cantonale per il rispettivo permesso non sia ancora esaurita.

Dal 1° gennaio 2021, in linea di principio, i cittadini britannici sono considerati in linea di principio anche cittadini di Paesi terzi, sebbene il Consiglio federale abbia fissato per loro un diverso contingentamento. I cittadini britannici che avevano già un permesso di soggiorno o di domicilio in Svizzera prima del 1° gennaio 2021 conservano i loro diritti corrispondenti.

Licenza professionale per l'attività infermieristica

Anche se la vostra collaboratrice domestica è in possesso di un permesso di soggiorno o di domicilio valido, non è automaticamente autorizzata a svolgere tutte le attività. Se svolge prestazioni infermieristiche secondo l'Ordinanza sulle prestazioni, in genere deve essere in possesso di un diploma di laurea in cure infermieristiche e di un permesso della cassa malattia cantonale. Nota bene: sono considerate attività infermieristiche anche l'aiuto per la vestizione e lo svestizione o la preparazione di farmaci.