Consumo & Internet

Devo acconsentire per iscritto a partecipare alla chat di WhatsApp della classe di mio figlio?

Lei non deve essere d’accordo con l’insegnante di suo figlio e acconsentire di partecipare alla chat di WhatsApp della classe.

Consenso dei genitori obbligatorio

WhatsApp elabora i dati personali. Ai sensi della legge sulla protezione dei dati, ciò è consentito solo se la persona interessata ha dato il proprio consenso esplicito al trattamento. Poiché i giovani non hanno l’esercizio dei diritti civili finché non raggiungono la maggiore età, non possono acconsentire a questa elaborazione, ma solo i loro genitori. E questi, a loro volta, possono decidere liberamente se acconsentire o meno a questo trattamento dei dati.

La gratuità dell’App non costituisce un criterio

Cosa succede se l'insegnante di sua figlia sostiene che può acconsentire a questa elaborazione da sola, perché WhatsApp è gratuito? Nel valutare questa argomentazione, gli esperti giuridici non sono d'accordo. Ciò che è chiaro, tuttavia, è che i servizi di messaggistica come WhatsApp elaborano i dati di contatto con i quali gli utenti in ultima analisi "pagano" il servizio. Nel caso di WhatsApp, si tratta di tutti i dati della rubrica di vostra figlia memorizzati sul suo smartphone che il servizio di messaggeria trasmette a un server negli Stati Uniti.

Età minima per WhatsApp

Il regolamento UE sulla protezione dei dati, entrato in vigore nel maggio 2018, ha solo una rilevanza indiretta per la questione dell'ammissibilità delle chat di gruppo tramite WhatsApp in Svizzera: Di conseguenza WhatsApp ha adattato le sue condizioni d'uso in risposta al nuovo regolamento. Per poter utilizzare WhatsApp, i giovani in Europa, Svizzera compresa, devono avere almeno 16 anni. Il consenso dei tutori legali aiuta solo nei paesi al di fuori della regione europea. Secondo le Condizioni d'uso WhatsApp, l'utilizzo del servizio di messaggistica non è consentito ai minori di 16 anni in Svizzera e nell'UE.