Autorità

Sono perseguibile se pubblico online i filmati delle dashcam?

Possibilmente sì - perché si potrebbe violare la Legge sulla circolazione stradale. Le registrazioni delle dashcam sono anche sensibili in termini di Legge sulla protezione dei dati, ma qui si rischia soprattutto una causa civile.

Durante la guida di un veicolo a motore, "Il conducente deve rivolgere la sua attenzione alla strada e alla circolazione". "Inoltre la sua attenzione non deve essere distratta in particolare né da apparecchi riproduttori del suono né da sistemi di comunicazione o di informazione". Quindi, se pubblicate online una registrazione della dashcam in cui è chiaro che voi, come guidatore, non stavate prestando attenzione al traffico, vi state condannando a un reato punibile con una multa. È ancora più sfavorevole per voi se la registrazione della dashcam che avete fatto vi mostra mentre commettete un reato. In questo caso, il Tribunale federale non ammette la registrazione come prova.

La legge sulla protezione dei dati vieta le registrazioni a insaputa di chi viene filmato

Se si filma un utente della strada a sua insaputa, questo è già un trattamento illegale di dati personali (cfr. anche La registrazione di una dashcam può venir tenuta in considerazione quale prova?). Se si pubblicano anche i filmati su Internet, si viola una seconda volta la personalità dell'utente della strada filmato, divulgando i suoi dati a un vasto pubblico. È escluso invocare un interesse pubblico come giustificazione se si vuole avvertire altri utenti della strada con questa pubblicazione: tale compito non spetta alla persona privata, l'applicazione della legge è di competenza delle autorità. (cfr. La polizia può pubblicare le foto di ricercati sui social media?)