Salute

Il comune lacustre è responsabile in caso di incidente balneare?

Non automaticamente, come ha stabilito il Tribunale federale il 21 marzo 2022. Tuttavia, il comune lacustre è responsabile in caso d'incidente se i bagnanti usano regolarmente il pontile per pericolosi tuffi di testa senza che il comune intervenga. Il bagnante adulto , a sua volta, deve accettare la responsabilità della propria colpa grave.

Il proprietario della zona di balneazione è responsabile dei danni causati dall'installazione difettosa. In linea di principio, si può supporre che il pontile di balneazione sia utilizzato per lo scopo previsto. Tuttavia, se i bagnanti usano regolarmente il pontile come un trampolino senza che il bagnino intervenga, il proprietario è responsabile anche di questo comportamento scorretto. Tuttavia, il tribunale può ridurre l'ammontare dei danni per colpa concomitante.

Paraplegico dopo un tuffo a testa

Un bagnante di 22 anni salta di testa dal pontile di un lido nell'acqua, sbatte la testa sul fondo del lago e da allora è paraplegico. Il comune lacustre, in quanto proprietario dello stabilimento balneare, non ha messo alcun cartello di avvertimento sul pontile, né il bagnino ha informato i bagnanti del pericolo, anche se questi si buttavano regolarmente in acqua dal pontile.

Il bagnante presenta una denuncia al tribunale distrettuale e chiede che il comune contribuisca con 30.000 franchi ai danni domestici subiti. La corte distrettuale approva la richiesta, tenendo conto di una colpa concomitante del bagnante. Il tribunale superiore respinge il ricorso del comune. Il comune si appella senza successo al Tribunale federale.

Avviso di avvertimento necessario se sono prevedibili tuffi pericolosi

Nel caso in questione, i bagnanti usavano regolarmente il pontile come struttura per tuffarsi senza che il bagnino intervenisse. La responsabilità del proprietario dell'opera si basa sull'uso effettivo, anche se questo si discosta dallo scopo originale dell'opera. Bisogna anche tener conto del fatto che anche i bambini usano il lido, e che non sono ancora in grado di valutare correttamente il pericolo. Il proprietario avrebbe dovuto installare dei cartelli di divieto, delle ringhiere o della segnaletica. (Vedi anche: "Può la locatrice impedirci di installare un trampolino? ")

Tuttavia, il Tribunale federale ricorda espressamente che i bagnanti non possono semplicemente buttarsi in acqua da qualsiasi pontile senza attenzione: "Non è accettabile ritenere un comune lacustre responsabile ogni volta che un nuotatore imprudente (...) utilizza un pontile (...) per buttarsi in acqua". (Vedi anche: "Il bagnino è responsabile della sicurezza di mio figlio?")

Responsabilità personale dei bagnanti

Chiunque si butti in acqua deve prima stimare l'esatta profondità dell'acqua. Se non lo fa, il tribunale riduce l’indennità per una colpa concomitante. Il bagnante era un uomo adulto che conosceva il lido e avrebbe dovuto sapere che saltare di testa in quel punto era pericoloso. Il Tribunale federale conferma quindi la riduzione dell’importo risarcimento nella misura del 40%.

Il Tribunale federale respinge il ricorso e condanna il ricorrente a pagare le spese processuali per un importo di 2000 franchi. Deve anche pagare alla controparte 2.500 franchi di ripetibili